Giacomo

PERLETTI

Classe 1986, si laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie con una tesi dal titolo “La razza Grigio Alpina” ed in Scienze Agrarie con una tesi proprio sulla Contrada e sull’analisi analisi finanziaria del suo sviluppo.

Appassionato di montagna, vacche da latte, territorio, vino e cultura gastronomica si diploma sommelier presso l’AIS durante gli anni universitari.

Con il “bernoccolo” dell’intrapresa, è il fondatore dell’azienda Contrada Bricconi dove, oltre ad esserne l’amministratore, è anche casaro, mungitore, rastrellatore, giardiniere. Una vita tra gli stivali e la camicia, il rastrello ed il PC. Marito di Arianna e papà di Carlo.

Matteo

TRAPLETTI

Classe 1989. Terminati gli studi presso il Perito Agrario di Bergamo si butta a capofitto nel lavoro di manutentore del verde.

Cresciuto in una famiglia legata a radici che affondano nella terra e nel “saper fare”, sposa senza indugi i progetti di Giacomo facendoli propri e lascia la certezza per l’incertezza ed il sacrificio.

E’ la colonna pragmatica e operativa dell’azienda, capace di dar corpo ai sogni ed ai progetti. Marito di Francesca.

Giovanni

PIZZAMIGLIO

Classe 1991, si laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie con una tesi sulla zonazione dei vini di Valtellina ed in Scienze Agrarie con una tesi sulla ruminazione delle vacche da latte.

Figura appassionata ed intraprendente, sbarca in Valzurio dopo una coraggiosa iniziativa imprenditoriale in Valsassina abbracciando così ad un progetto ancor più complesso a cui decide di aderire.

In azienda è figura eclettica e particolarmente vicina a Giacomo nelle tematiche amministrative e di affronto del mercato. Marito di Benedetta.

Paolo

TOCCHELLA

Classe 1971, incontra Giacomo per la comune passione per la Grigio Alpina che lui stesso allevava nei terreni di famiglia sopra il lago d’Iseo.

Fra i due nasce un solido rapporto di amicizia che diviene un comune progettare lo sviluppo dell’azienda.

Per passione e fiducia nell’intrapresa, decide di fare il suo ingresso in società ed affiancare alla sua attività primaria di rivendita e riparazione di macchine agricole quella della costruzione della Contrada Bricconi. Compagno di Gloria e papà di Ambra e Matteo.

Alba

Si sa, siamo di quelli che ancora credono che gli uomini son uomini, e gli animali sono animali. Eppure per un montanaro il cane non è un animale qualunque ma sembra fatto apposta per esserci a dare quel calore che, va detto, anche il mondo animale a volte sa dare.

Alba è fedele compagna, pigra nel rincorrere un vitello ma lesta nell’arraffare un biscotto o la carezza di un passante. Alba è la bonaria guardiana dei Bricconi, è l’ufficio accoglienza, è la commissione-intrattenimento per grandi e piccini. In una parola, “potente Alba!”